Si raccoglie forse uva dalle spine, o fichi dai rovi? Matteo 7,1-5: La nuova convivenza comunitaria: non giudicare. Piet. 6 Non date le cose sante ai cani e non gettate le vostre perle davanti ai porci, perché non le calpestino con le loro zampe e poi si voltino per sbranarvi. 23 Allora dichiarerò loro: "Io non vi ho mai conosciuti; allontanatevi da me, malfattori!". 22 La lucerna del corpo è l'occhio; se dunque il tuo occhio è chiaro, tutto il tuo corpo sarà nella luce; 23 ma se il tuo occhio è malato, tutto il tuo corpo sarà tenebroso. Libro di Borghi Ernesto, Il discorso della montagna. 15 Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci. 19 Chi dunque avrà trasgredito uno di questi minimi comandamenti e avrà così insegnato agli uomini, sarà chiamato minimo nel regno dei cieli; ma colui che li metterà in pratica e li insegnerà, sarà chiamato grande nel regno dei cieli. 6 Beati coloro che sono affamati e assetati di giustizia, perché essi saranno saziati. 13 Voi siete il sale della terra; ma se il sale perdesse il sapore, con che cosa lo si potrà render salato? Signore Dio nostro, fa’ che i tuoi fedeli, formati nell’impegno delle buone opere e nell’ascolto della tua parola, ti servano con generosa dedizione liberi da ogni egoismo, e nella comune preghiera a te, nostro Padre, si riconoscano fratelli. 9 Vi è tra voi qualche uomo che, se suo figlio gli chiede del pane, gli darà una pietra? Osservate come crescono i gigli del campo: non lavorano e non filano. Io vi dico in verità che questo è il premio che ne hanno. Matteo 5-7 è un libro di Ernesto Borghi pubblicato da Claudiana nella collana Le spighe: acquista su IBS a 6.18€! 36 Non giurare neppure per la tua testa, perché non hai il potere di rendere bianco o nero un solo capello. 4 O come potrai dire al tuo fratello: permetti che tolga la pagliuzza dal tuo occhio, mentre nell'occhio tuo c'è la trave? 47 E se salutate soltanto i vostri fratelli, che fate di straordinario? 3 Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio di tuo fratello, mentre non scorgi la trave che è nell'occhio tuo? Basta a ciascun giorno il suo affanno». 23 Se tu dunque stai per presentare la tua offerta all'altare, e lì ti ricordi che tuo fratello ha qualcosa contro di te, 24 lascia lì la tua offerta davanti all'altare e va' prima a riconciliarti con tuo fratello; poi torna e presenta la tua offerta. 11 Se dunque voi, che siete malvagi, sapete dare buoni doni ai vostri figli, quanto più il Padre vostro, che è nei cieli, darà cose buone a coloro che gliele chiedono. 5 Mapapalad ang maaamo: sapagka't mamanahin nila ang lupa. È uno dei capitoli più discussi ed analizzati di tutto il Nuovo Testamento. 46 Se infatti amate quelli che vi amano, che premio ne avete? Ma una moltitudine immensa stava dietro di lui (Mt 4,25). C'è la possibilità di spendere dei soldi che non rivedremo più, una volta ogni vent'anni capita quest'occasione". 6 Mapapalad ang nangagugutom at nangauuhaw sa katuwiran: sapagka't sila'y bubusugin. 23 Se dunque tu stai per offrire la tua offerta sull'altare e lì ti ricordi che tuo fratello ha qualcosa contro di te, 24 lascia lì la tua offerta davanti all'altare, e va' prima a riconciliarti con tuo fratello; poi vieni a offrire la tua offerta. Cette cinquième (et avant-dernière) époque de « Matteo » est le tome des révélations : révélations sur le destin des personnages, sur leurs relations et même sur leur filiation. 22 La lampada del corpo è l'occhio; se dunque l'occhio tuo è puro, tutto il tuo corpo sarà illuminato, 23 ma se l'occhio tuo è viziato, tutto il tuo corpo sarà tenebroso; se dunque la luce che è in te è tenebre, quanto grandi saranno quelle tenebre! Considerate come crescono i gigli della campagna: essi non faticano e non filano; 29 eppure io vi dico, che Salomone stesso, con tutta la sua gloria, non fu vestito come uno di loro. 19 Ogni albero che non fa buon frutto è tagliato e gettato nel fuoco. « Season 4 | Season 5 | Season 6 » See also. Dos Tonos, Marron (Bilingual Bible, Ital. 30 Ora se Dio veste in questa maniera l'erba dei campi che oggi è, e domani è gettata nel forno, non farà molto di più per voi, o gente di poca fede? Vangelo secondo Matteo. 27 E chi di voi, con la sua sollecitudine, può aggiungere alla sua statura un sol cubito? Il sermone sul monte, 5-7 Le beatitudini =Lu 6:20-26; Sl 34:11-19 (De 18:15, 18-19; Is 61:1-3) 5:1 Gesù, vedendo le folle, salì sul monte e si mise a sedere.I suoi discepoli si accostarono a lui, 2 ed egli, aperta la bocca, insegnava loro dicendo: 3 «Beati i poveri in spirito, perché di loro è il regno dei cieli. 6 Non date ciò che è santo ai cani e non gettate le vostre perle davanti ai porci, perché non le pestino con le zampe e rivolti contro di voi non vi sbranino. 28 Ma io vi dico che chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore. 5 1 Vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. 2 Prendendo allora la parola, li ammaestrava dicendo: 3 «Beati i poveri in spirito,perché di essi è il regno dei cieli. 6:1 Guardatevi dal praticare le vostre buone opere davanti agli uomini per essere da loro ammirati, altrimenti non avrete ricompensa presso il Padre vostro che è nei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà agli uomini, sarà considerato grande nel regno dei cieli. 17 Ma tu, quando digiuni, ungiti il capo e lavati la faccia, 18 affinché non appaia agli uomini che tu digiuni, ma al Padre tuo che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, te ne darà la ricompensa. La preghiera e il suo esaudimento=Lu 11:5-13; 18:1-77 «Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete; bussate e vi sarà aperto; 8 perché chiunque chiede riceve; chi cerca trova, e sarà aperto a chi bussa. 11 Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. 4 Ovvero, come puoi dire a tuo fratello: "Lascia che ti tolga dall'occhio la pagliuzza", mentre c'è una trave nel tuo occhio? (vedi Marco 11,25-26; Luca 17,5-6) 7 'Quando pregate, non usate tante parole come fanno i pagani: essi pensano che a furia di parlare Dio finirà per ascoltarli. 21 Voi avete udito che fu detto agli antichi: "Non uccidere"; e: "Chiunque ucciderà, sarà sottoposto al giudizio"; 22 ma io vi dico: Chiunque si adira contro suo fratello senza motivo, sarà sottoposto al giudizio; e chi avrà detto al proprio fratello: "Raca", sarà sottoposto al sinedrio; e chi gli avrà detto: "Stolto", sarà sottoposto al fuoco della Geenna. Non fanno altrettanto anche i pubblicani? Matteo 5-7, dell'editore Claudiana, collana Le spighe. Il “monte” ha un valore simbolico: richiama il Sinai, la santa montagna dell’Antico Testamento. 19 Chi dunque avrà violato uno di questi minimi comandamenti e avrà così insegnato agli uomini, sarà chiamato minimo nel regno dei cieli; ma chi li avrà messi in pratica e insegnati sarà chiamato grande nel regno dei cieli. 26 Guardate gli uccelli del cielo: non seminano, né mietono, né ammassano nei granai; eppure il Padre vostro celeste li nutre. 13 Entrate per la porta stretta, poiché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che entrano per essa. di Matteo 5,6-7 Una sintonia difficile La lontananza culturale e religiosa tra noi e l’ambiente in cui è nata e si è sviluppata la forma letteraria delle beatitudini, ci rende difficile la comprensione esatta del significato che avevano quando Gesù le proclamava ai suoi contemporanei. dei capp. Si raccoglie forse uva dalle spine, o fichi dai rovi? 8 Bienaventurados los de limpio corazón: porque ellos verán á … 4 Bienaventurados los que lloran, porque ellos recibirán consolación. Concupiscenza, ripudio, adulterio(2S 11:2-3; Mr 9:43-48; Ga 5:24) Pr 16:30; Mr 10:2-12 (cfr. 25 Fa' presto un accordo amichevole con il tuo avversario, mentre sei sulla via con lui, che talora il tuo avversario non ti dia in mano del giudice e il giudice ti consegni alla guardia e tu sia messo in prigione. A null'altro serve che ad essere gettato via e calpestato dagli uomini. In Matteo 7,7 Gesù ritorna al soggetto della preghiera, promettendo che Dio risponderà alle preghiere. 3 Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio di tuo fratello e non ti accorgi della trave che è nel tuo occhio? Le preoccupazioni25 «Perciò vi dico: non siate in ansia per la vostra vita, di che cosa mangerete o di che cosa berrete; né per il vostro corpo, di che vi vestirete. 5 Ipocrita, togli prima dal tuo occhio la trave, e allora ci vedrai bene per trarre la pagliuzza dall'occhio di tuo fratello. 31 Non affannatevi dunque dicendo: Che cosa mangeremo? Alice è una ragazza di sedici anni che si trova a Spoleto per il funerale di sua madre, ritrovata morta da Don Matteo. Renovado © Sociedades Bíblicas Unidas, 1988. 23 E allora dichiarerò loro: "Io non vi ho mai conosciuti; allontanatevi da me, voi tutti operatori di iniquità". 7 Beati i misericordiosi,perché troveranno misericordia. 34 Non siate dunque in ansia per il domani, perché il domani si preoccuperà di se stesso. IL VANGELO DI MATTEO . Basta a ciascun giorno il suo affanno. E pochi sono coloro che la trovano! 21 Perché dov'è il tuo tesoro, lì sarà anche il tuo cuore. 12 Tutte le cose dunque che voi volete che gli uomini vi facciano, fatele anche voi a loro, perché questa è la legge ed i profeti. Nuova Riveduta: Matteo 5-7. 24 Nessuno può servire a due padroni, perché o odierà l'uno e amerà l'altro; oppure sarà fedele all'uno e disprezzerà l'altro; voi non potete servire a Dio e a mammona. 19 Chi dunque trasgredirà uno solo di questi precetti, anche minimi, e insegnerà agli uomini a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno dei cieli. 2020 St 12 Ep 7 104 min. 6 Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia,perché saranno saziati. Non fanno così anche i pagani? 7 Beati i misericordiosi, perché essi otterranno misericordia. 5. 7 Ora, nel pregare, non usate inutili ripetizioni come fanno i pagani, perché essi pensano di essere esauditi per il gran numero delle loro parole. La palabra ‹‹primero›› corrige las prioridades; lo más importante es quitar la viga. 14 Quanto stretta è invece la porta e angusta la via che conduce alla vita! 14 Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città collocata sopra un monte, 15 né si accende una lucerna per metterla sotto il moggio, ma sopra il lucerniere perché faccia luce a tutti quelli che sono nella casa. 21 Perché dov'è il vostro tesoro, là sarà anche il vostro cuore. Bisogna appoggiarsi all'esercito, farmacie... altrimenti ci mettiamo 5 anni a vaccinare tutti" 32 Perché sono i pagani che ricercano tutte queste cose; ma il Padre vostro celeste sa che avete bisogno di tutte queste cose. 5,1 IL DISCORSO SUL MONTE (5,1-7,29) 5,1-7,29 È il primo dei cinque grandi discorsi sul Regno. Così infatti hanno perseguitato i profeti prima di voi. D’accordo con il contesto del vangelo di Matteo, nel momento in cui Gesù pronuncia il Discorso della Montagna, c’erano appena quattro discepoli con lui (cf. Ingiuria, offerta, perdono(1Gv 3:15; Lu 12:58-59) Sl 119:9621 «Voi avete udito che fu detto agli antichi: "Non uccidere: chiunque avrà ucciso sarà sottoposto al tribunale"; 22 ma io vi dico: chiunque si adira contro suo fratello sarà sottoposto al tribunale; e chi avrà detto a suo fratello: "Raca" sarà sottoposto al sinedrio; e chi gli avrà detto: "Pazzo!" Non fanno così anche i pubblicani? 9 Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio. Io vi dico in verità che questo è il premio che ne hanno. 27 Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa cadde, e la sua rovina fu grande». 26 14 Quanto stretta è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e pochi sono quelli che la trovano. 29 Ora, se il tuo occhio destro ti è causa di peccato, cavalo e gettalo via da te, perché è meglio per te che un tuo membro perisca, piuttosto che tutto il tuo corpo sia gettato nella Geenna; 30 e se la tua mano destra ti è causa di peccato, mozzala e gettala via da te, perché è meglio per te che un tuo membro perisca, piuttosto che tutto il tuo corpo sia gettato nella Geenna. 43 Voi avete udito che fu detto: "Ama il tuo prossimo e odia il tuo nemico". 4 Beati quelli che sono afflitti, perché saranno consolati. 47 E se date il saluto soltanto ai vostri fratelli, che cosa fate di straordinario? 43 Voi avete udito che fu detto: "Ama il tuo prossimo e odia il tuo nemico". A null'altro serve che ad essere gettato via e ad essere calpestato dagli uomini. 39 Ma io vi dico: non contrastate il malvagio; anzi, se uno ti percuote sulla guancia destra, porgigli anche l'altra; 40 e a chi vuol litigare con te e prenderti la tunica, lasciagli anche il mantello. 10 Beati i perseguitati per motivo di giustizia, perché di loro è il regno dei cieli. 20 Poiché io vi dico: se la vostra giustizia non supererà quella degli scribi e dei farisei, non entrerete nel regno dei cieli. 20 Perciò io vi dico: Se la vostra giustizia non supera quella degli scribi e dei farisei, voi non entrerete affatto nel regno dei cieli. 26 Chiunque invece ode queste parole e non le mette in pratica, sarà paragonato ad un uomo stolto, che ha edificato la sua casa sulla sabbia. 27 Avete inteso che fu detto: Non commettere adulterio; 28 ma io vi dico: chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore. 33 Cercate prima il regno e la giustizia di Dio, e tutte queste cose vi saranno date in più. 8 Mapapalad ang mga may malinis na puso: sapagka't makikita nila ang Dios. 6 Bienaventurados los que tienen hambre y sed de justicia: porque ellos serán hartos. 20 Voi dunque li riconoscerete dai loro frutti. 14 Se voi infatti perdonerete agli uomini le loro colpe, il Padre vostro celeste perdonerà anche a voi; 15 ma se voi non perdonerete agli uomini, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe. 21 Non chiunque mi dice: "Signore, Signore", entrerà nel regno dei cieli; ma chi fa la volontà del Padre mio che è nei cieli. 32 Ma io vi dico: Chiunque manda via la propria moglie, eccetto in caso di fornicazione, la fa essere adultera; e chiunque sposa una donna ripudiata, commette adulterio. 28 E perché vi affannate per il vestito? Chi poi dice al fratello: stupido, sarà sottoposto al sinedrio; e chi gli dice: pazzo, sarà sottoposto al fuoco della Geenna. Mt 4,18-22). Una città posta sopra un monte non può rimanere nascosta, 15 e non si accende una lampada per metterla sotto un recipiente; anzi la si mette sul candeliere ed essa fa luce a tutti quelli che sono in casa. 24 Nessuno può servire due padroni; perché o odierà l'uno e amerà l'altro, o avrà riguardo per l'uno e disprezzo per l'altro. 44 Ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano, 45 affinché siate figli del Padre vostro che è nei cieli; poiché egli fa levare il suo sole sopra i malvagi e sopra i buoni, e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti. 13 Entrate per la porta stretta, perché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che entrano per essa; 14 quanto stretta invece è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e quanto pochi sono quelli che la trovano! 2 Perché sarete giudicati secondo il giudizio col quale giudicate; e con la misura con cui misurate, sarà pure misurato a voi. 2 Allora iniziò a parlare e a insegnare loro, dicendo: 3 “Felici quelli che sono consapevoli del loro bisogno spirituale,* + perché a loro appartiene il Regno dei cieli. 31 Non siate dunque in ansia, dicendo: "Che mangeremo? I falsi profeti=Lu 6:43-45 (2Ti 3:5-9; 2P 2:1-3)15 «Guardatevi dai falsi profeti i quali vengono verso di voi in vesti da pecore, ma dentro sono lupi rapaci. 25 Perciò vi dico: per la vostra vita non affannatevi di quello che mangerete o berrete, e neanche per il vostro corpo, di quello che indosserete; la vita forse non vale più del cibo e il corpo più del vestito? 18 Un albero buono non può dare frutti cattivi, né un albero cattivo dare frutti buoni. Io vi dico in verità: questo è il premio che ne hanno. 23 Se dunque presenti la tua offerta sull'altare e lì ti ricordi che tuo fratello ha qualche cosa contro di te, 24 lascia lì il tuo dono davanti all'altare e va' prima a riconciliarti con il tuo fratello e poi torna ad offrire il tuo dono.